Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Come funziona Clubhouse?

Oggigiorno la tecnologia ha fatto passi da gigante, in particolar modo attraverso lo sviluppo dei celebri social network. Ad oggi sono molti i canali internet attraverso i quali poter conversare e scambiare le proprie idee, ma nessuno è innovativo come Clubhouse.

Da anni i social network occupano un importante spazio nella quotidianità di molte persone, tuttavia sono anche frequenti i problemi che derivano da quest’ultimi, ad esempio l’utilizzo improprio come lo scambio di fake news o peggio per riversare odio su altre persone, il famoso fenomeno degli haters.
Nell’ultimo periodo vi è stato un particolare canale social che ha interessato i media e che si sta largamente diffondendo nel mondo, si tratta di Clubhouse.
L’app in questione è giunta nel mondo virtuale da pochissimo tempo e le sono bastati alcuni mesi per scaturire l’interesse di milioni di utenti.
Tale social network si distingue da subito da tutti gli altri mettendo in evidenza la sua peculiarità: si può conversare soltanto tramite messaggi vocali, ciò significa che non potranno essere scritti messaggi testuali al suo interno.
Si presenta quindi al nuovo mondo come una sorta di radio social, capace di connettere milioni di persone attraverso uno smartphone pur mantenendo uno stile quasi ”vintage”.

Chi ha creato Clubhouse App?

I geniali creatori di quest’applicazione provengono anch’essi dalla celebre Silicon Valley, si tratta di Paul Davison e di Rohan Seth, quest’ultimo è un ex dipendente dell’azienda Google.
Questi due imprenditori avevano lanciato sul mercato digitale Clubhouse già da alcuni mesi, tuttavia il vero salto di qualità è stato registrato quando uno dei personaggi più celebri del momento, Elon Musk, ha deciso di utilizzare anch’esso tale applicazione, registrando un notevole incremento degli utenti registrati.

Come funziona questo social vocale?

Clubhouse fin dal primo momento si è distinta da ogni altro social network per la sua preziosa caratteristica, ogni tipo di conversazione si svolgerà attraverso lo scambio di messaggi vocali.
Tuttavia questa applicazione di social network vocale non si limita a questo. Infatti è possibile creare stanze private accessibili soltanto tramite ”un invito” favorendo le chat per piccoli gruppi di persone.
Inoltre è possibile creare delle stanze aperte, accessibili a chiunque, all’interno delle quali verranno trattati solo determinati argomenti, ciò significa che le chat vocali potranno essere indirizzate su questioni come la politica, gli artisti musicali più emergenti etc… andando a sviluppare maggiormente le passioni di chi vi accede.
È perciò evidente che Clubhouse si sia presentato al mondo virtuale come una sorta di gigantesco podcast, un luogo all’interno del quale poter trattare migliaia di argomenti differenti e poter seguire le conversazioni degli altri pur rimanendo in silenzio.
L’utilizzo di quest’applicazione potrebbe comportare un notevole cambiamento nelle tradizionali chat, i messaggi testuali potrebbero subire un forte calo, favorendo la diffusione di vere e proprie chat vocali quasi paragonabili alle tradizionali discussioni che si svolgono di persona.
Una cosa è certa, il valore di Clubhouse è salito vertiginosamente negli ultimi mesi, tanto da portare il suo valore (che inizialmente era stimato 100 milioni di dollari) fino al miliardo di dollari.

Come si installa? Quali dispositivi possono effettuare il download?

Al momento si tratta di un’applicazione disponibili unicamente sui dispostiviIOS, ciò significa che soltanto i possessori di smartphone apple potranno accedere a questo fantastico social.
Il download è molto semplice da effettuare, è infatti sufficiente accedere all’apple store e cercare l’applicazione in questione.
Purtroppo Clubhouse è accessibile soltanto ai telefoni cellulari, ciò significa che non sarà possibile scaricare l’applicazione da internet per utilizzarla tramite computer o tablet.
L’azienda ha affermato che l’arrivo di Clubhouse su tutti i cellulari android è ormai prossimo, perciò anche i possessori di quest’ultimi potranno tra poco tempo utilizzare il social network.

Com’è gestita la privacy su Clubhouse?

Un’interessante osservazione da fare riguardo questo social riguarda proprio l’attenzione con cui è stato realizzata ogni sua caratteristica, in particolar modo la gestione della privacy.
Prima di ogni cosa è necessario dire che ogni chat vocale è gestita da un amministratore, il quale avrà il compito di ”moderare” il linguaggio all’interno del gruppo e assicurarsi che non sopraggiungano violazioni della privacy o fenomeni non ammessi.
Tutto ciò viene poi accompagnato dall’eliminazione automatica di ogni messaggio vocale una volta che verrà lasciata la chat, dunque non saranno più disponibili una volta usciti dal gruppo. Qui è necessario specificare che i messaggi potrebbero essere salvati momentaneamente nel caso in cui venissero segnalati degli abusi, così facendo si potrà certificare la presenza di violazioni o meno.
L’accesso a Clubhouse è riservato soltanto a persone che hanno compiuto la maggiore età, saranno infatti necessari determinati dati personali durante la registrazione, così da poter verificare la propria identità.
Clubhouse si presenta quindi come un’applicazione con un enorme potenziale non soltanto economico, ma anche sociale. Potrebbe infatti favorire l’incontro di persone con passioni simili, rafforzare alcune amicizie oppure rendere meno pesante la distanza che intercorre tra le persone.

Potrebbe anche interessarti...

×

Ciao!

Clicca qui sotto per parlare con me oppure invia una mail a  lucecreativastudio@gmail.com

× Come posso aiutarti?